Sono tra i fondatori di questa cooperativa di consumo autogestita, la prima della Romagna.

Stadera propone prodotti di qualità, biologici e locali, a prezzi accessibili e trasparenti, permettendo a chiunque di acquistare un cibo buono e rispettoso dell’ambiente.

A rendere speciale questa food coop è la sua modalità di funzionamento. Oltre a essere proprietari e clienti, infatti, i soci sono dei volontari direttamente coinvolti nella gestione del punto vendita e della stessa cooperativa.

Stadera è sì un minimarket impegnato nella lotta allo spreco alimentare e nel contenimento del packaging, ma anche un luogo di cultura e di formazione.

Per questo progetto, rivolto soprattutto alla cittadinanza ravennate, redigo i testi del sito, mi occupo del piano editoriale, scrivo le newsletter e pubblico i contenuti indirizzati alla pagina Facebook.